Zoom CAI,-tutto-quello-che-devi-sapere Travelgood

Gite al mare o escursioni in montagna? Il nostro paese offre molte possibilità diverse tra loro per potersi godere il fine settimana all’aria aperta. La stagione primaverile è entrata nel vivo e così la voglia dei turisti di trascorrere i weekend all’aria aperta.

C’è chi ama fare delle passeggiate in collina o chi preferisce rilassarsi, godendosi una splendida vista davanti a un bel bicchiere di vino. Per gli sportivi, l’arrivo del fine settimana in primavera significa poter unire l’attività fisica, ideale per sfogarsi dopo la settimana lavorativa, a paesaggi unici.

Se i tuoi clienti in agenzia adorano l’attività fisica, le passeggiate, la natura e la montagna, il consiglio di Travelgood è quello di proporre loro un’escursione con il CAI, il Club Alpino Italiano.

Un weekend diverso, immerso nella natura, durante il quale potranno rigenerarsi, dimenticando i problemi di tutti i giorni. Travelgood ha raccolto tutte le informazioni di cui hai bisogno per rispondere alle domande dei tuoi clienti sul CAI!

CAI, tutto quello che devi sapere sul Club Alpino Italiano

La storia del CAI

Il CAI è la maggiore e più antica associazione di alpinisti e amanti della montagna in Italia.

«Il Club Alpino Italiano (C.A.I.), fondato in Torino nell’anno 1863 per iniziativa di Quintino Sella, libera associazione nazionale, ha per scopo l’alpinismo in ogni sua manifestazione, la conoscenza e lo studio delle montagne, specialmente di quelle italiane, e la difesa del loro ambiente naturale.»

Questo è quanto cita l’articolo 1 dello statuto del CAI. In Italia è una vera e propria istituzione e oggi conta più di 300.000 iscritti.

Come iscriversi al CAI

Se i clienti della tua agenzia sono interessati ad iscriversi al CAI, ecco pochi semplici passaggi da seguire:

  • Il futuro Socio deve presentarsi presso la sede sociale di una qualsiasi Sezione, direttamente al Segretario, accompagnati da un Socio Presentatore con almeno due anni d’iscrizione;
  • Il Socio presentatore deve sottoscrivere la domanda, compilare e firmare l’apposita modulistica differenziata per categoria di Soci.

Le tipologie di socio CAI sono quattro:

  1. Soci Ordinari, ovvero le persone di età maggiore di 18 anni;
  2. Soci Familiari, i componenti della famiglia del Socio Ordinario, con esso conviventi, con più di 18 anni;
  3. Soci Juniores, le persone di età compresa tra i 18 e i 25 anni;
  4. Soci Giovani, i minori di anni 18. Per loro è necessaria la firma di chi esercita la patria potestà

Il Socio deve consegnare due foto-tessera e pagare il costo di iscrizione, oltre alla quota associativa annuale.

La quota del CAI, quanto costa iscriversi

La quota totale d’iscrizione al CAI è composta da una quota minima di ammissione per i nuovi soci e una quota associativa annuale. Pagata la quota d’iscrizione, il nuovo socio riceve la tessera di riconoscimento, una copia di Statuto, il Regolamento generale del CAI, il regolamento sezionale e il distintivo.

Per quanto riguarda la quota associativa, l’importo cambia in base alla categoria di socio (ordinario, familiare, giovane o juniores). Pagando ogni anno la quota annuale, con scadenza 31 marzo, il rinnovo dell’iscrizione è automatico.

Quali vantaggi comporta iscriversi al CAI

Una volta che i clienti della vostra agenzia saranno diventati soci CAI, è importante che sappiano anche quali sono i vantaggi di cui possono godere. Oltre ad una copertura assicurativa, potranno ricevere sconti per l’acquisto dei gadget CAI e avranno condizioni agevolate nella fruizione delle sue strutture ricettive.

I soci CAI possono utilizzare tutte le strutture del club – sia in Italia che all’estero – e hanno la possibilità di partecipare a tutte le manifestazioni organizzate dal Club Alpinismo Italiano. Infine, i soci hanno diritto a ricevere le pubblicazioni sociali, come ad esempio il mensile Montagne360.

CAI, un ventaglio di attività sportive

Le attività proposte dal CAI sono diverse e più o meno sfidanti per i suoi iscritti:

  1. Alpinismo – Adatto per chi desidera affrontare la montagna con adrenalina. I corsi del Club Alpino Italiano uniscono le nozioni teoriche alla pratica. Gli istruttori, professionisti della montagna e conoscitori di tutti i suoi pericoli, insegnano la tecnica e valutano le capacità degli allievi. La formazione è fondamentale.
  2. Escursionismo – Per chi ama camminare, il Club Alpino Italiano offre attività di grande livello grazie all’impegno di professionisti che si occupano della manutenzione dei sentieri e della riscoperta e valorizzazione di percorsi escursionistici. La realizzazione del “Sentiero Italia”, un itinerario lungo 6.000 chilometri che da Reggio Calabria arriva fino a Trieste, ne è un grande esempio.
  3. Arrampicata – Anche per quanto riguarda questa attività, la formazione è importante. Il CAI si impegna a fornire agli appassionati corsi per preparare al meglio i futuri arrampicatori.
  4. Cicloescursionismo – Da più di 10 anni il Club Alpino Italiano ha riconosciuto l’escursionismo in mountain bike come attività istituzionale del CAI. Tanti i Gruppi Regionali che si sono impegnati a fornire corsi ed assistenza agli amanti di questo sport. La pratica del cicloescursionismo oggi è diffusa in tutta Italia.
  5. Scialpinismo – Lo scialpinismo è uno sport che il CAI gestisce con l’aiuto di una scuola centrale, che si divide in tutta Italia in diverse sedi. Lo scopo è quello di fornire le conoscenze e le tecniche per vivere la montagna in sicurezza. Una disciplina che richiede preparazione fisica, oltre alla conoscenza dell’ambiente montano. Lo scialpinismo è una pratica alpinistica che si può praticare a diversi livelli. Si inizia da una semplice escursione al limite della vegetazione, fino ad arrivare agli itinerari su ghiacciaio.
  6. Speleologia – Per chi adora il mondo incantato delle grotte, il Club Alpino Italiano organizza Scuole e Corsi di speleologia. Le escursioni nelle grotte affascinano tutti gli amanti di questa disciplina. L’esplorazione e la ricerca sono fondamentali in questo campo, ancora poco conosciuto. Il Club Alpino Italiano offre da anni corsi di formazione e di aggiornamento. Attività didattiche sulle tecniche speleologiche e incontri culturali su materie scientifiche applicate alla speleologia.
  7. Torrentismo –  il torrentismo, o canyoning, è uno sport acquatico che consiste nella discesa di stretti canyon percorsi da piccoli corsi d’acqua, tipicamente torrenti. Il CAI mette a disposizione di tutti i soci, professionisti che insegnano a chi vuole avvicinarsi a questa difficoltosa disciplina, nozioni sia teoriche che pratiche.

CAI, che attrezzatura portare

Le discipline che il CAI offre ai suoi soci sono innumerevoli, così come le escursioni da poter svolgere in tutte le regioni italiane. Ognuna con una sua specificità. Per ogni escursione è possibile leggere una scheda descrittiva, che presenta la difficoltà della tipologia di attività e annessi suggerimenti circa l’equipaggiamento e le conoscenze da avere.

Qui trovate una breve tabella riassuntiva che esemplifica ogni livello di difficoltà.

Livello di difficoltà  Conoscenza richiesta  Equipaggiamento  Preparazione fisica 
T: Turistica Conoscenza dell’ambiente montano Calzature adeguate Camminata
E: Escursionistica Senso di orientamento, minima esperienza della montagna Calzature e equipaggiamento adeguati Camminata allenata
EE: Escursioni esperti Esperienza di montagna Equipaggiamento e attrezzatura adeguate Passo sicuro, assenza di vertigini
EEA: Escursioni esperti con attrezzatura- Alta esperienza di percorsi su roccia attrezzati artificialmente (es.ferrata) Attrezzatura individuale adeguata Buona preparazione alpinistica
A: Alpinistica Conoscenza della manovra di cordata, esperienza d’alta montagna Equipaggiamento adeguato, piccozza e ramponi Buon allenamento
EI: Escursionismo in ambiente innevato Conoscenza di ambiente innevato Ciaspole (facoltative) Buon allenamento in ambiente innevato

Cosa copre l’assicurazione del CAI

Tra i vantaggi di cui un socio CAI può godere, c’è la copertura assicurativa. A molti soci però spesso non è chiaro precisamente che cosa copre questa assicurazione. L’iscrizione al CAI attiva automaticamente:

  • polizza soccorso alpino in Europa valida anche in attività personale
  • polizza infortuni soci in attività sociale
  • polizza di responsabilità civile in attività sociale

Se al tuo cliente in agenzia non bastano queste informazioni, trovi un pdf che indica in modo esaustivo il massimale e i costi dell’assicurazione CAI aggiornati al 2019.

Il CAI e i suoi rifugi

Il CAI gestisce più di 700 strutture alpine in tutta Italia. Oltre alle escursioni, il CAI offre ai suoi soci rifugi e bivacchi sparsi tra le regioni italiane.

L’associazione, in particolare, gestisce 433 rifugi alpini, 224 bivacchi, 65 capanne sociali, 26 punti d’appoggio e 15 ricoveri, arrivando a un totale di oltre 23500 posti letto.

Le strutture possono soddisfare le diverse esigenze di chi pratica una delle discipline offerte dal CAI. Possono fungere da base di partenza per le scalate, o da punto di arrivo finale o intermedio di traversate. Infine, possono essere un punto d’appoggio in caso di emergenza. Quando in montagna le condizioni atmosferiche sono avverse, infatti, è fondamentale ripararsi e mettersi al sicuro.

Spesso i rifugi vengono utilizzati per poter svolgere attività sociali, come i corsi, e iniziative culturali.

Ora che sai tutto sul CAI e sulla sua ampia offerta, proponi ai clienti della tua agenzia di iscriversi al Club Alpino Italiano. Un modo semplice ed efficace per trascorrere una giornata diversa, unendo sport e natura per scoprire le bellezze italiane!

Redazione Travelgood

Redazione Travelgood

Travelgood è un Provider di servizi per le agenzie di viaggio. Offre soluzioni diversificate attraverso prodotti travel e tecnologie per il mercato turismo. Contattaci per aiutarti a migliorare l'efficienza e la produttività della tua Agenzia e rispondere in modo adeguato alle esigenze dei tuoi clienti.