Nel secolo della tecnologia, anche gli aeroporti si stanno rapidamente evolvendo, ed il motivo è lampante: la riduzione dei costi e l’aumento della sicurezza.

Questa grande innovazione a quanto pare si concentrerà sul riconoscimento facciale, valigie geo-localizzabili e connessione presente in ogni dove: ma cerchiamo di capirne qualcosa di più…!

Da quando anche il ‘melafonino’ ha implementato il riconoscimento facciale (che solo qualche mese fa appariva come una vera e propria tecnologia utopica da ‘Mission Impossibile’), la svolta pare sempre più vicina: si baserebbe su dati biometrici, il nuovo sistema d’accesso agli aeroporti e ai suoi servizi; gli scanner facciali accompagneranno l’intero percorso del viaggiatore, dall’ingresso all’imbarco passando per il controllo dei documenti.

Per quanto riguarda le valigie, invece, non bisognerà aspettare troppo: il sistema verrà implementato già dal prossimo mese di giugno 2018 nei principali aeroporti mondiali: i bagagli saranno tracciabili e rintracciabili in qualunque momento.
Dispendioso? Pare di no: il prezzo d’implementazione per gli aeroporti sarebbe di 0,01€ che porterebbe ad un risparmio nel lungo periodo (stimato 7 anni) di 3 miliardi di euro.

La connessione? Non si tratta solo di sms, Whatsapp e telefonate, ma anche e soprattutto l’internet delle cose; dall’intrattenimento agli avvisi che le singole compagnie invieranno ai viaggiatori: cancellazioni, ritardi e anomalie, per un servizio interconnesso a tutto tondo!

Redazione Travelgood

Redazione Travelgood

Travelgood è un Provider di servizi per le agenzie di viaggio. Offre soluzioni diversificate attraverso prodotti travel e tecnologie per il mercato turismo. Contattaci per aiutarti a migliorare l'efficienza e la produttività della tua Agenzia e rispondere in modo adeguato alle esigenze dei tuoi clienti.

Lascia un commento:

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *