Una stagione da record fatta di grandi opportunità e di scommesse audaci a un passo dall’essere vinte: è questa l’estate 2017 per gli operatori incoming della penisola.

Mally Mamberto – Presidente del Consorzio Incoming Italia – azzarda alle prime previsioni di chiusura della stagione che si attesteranno ad un +6% rispetto al 2016, aggiungendo: “avremmo potuto fare di più, ma il terremoto ci ha imposto uno stop”.

A correre verso il ‘tutto esaurito’ sono le coste del sud, in particolare Puglia, Calabria, Sicilia e Sardegna, grazie al record assoluto di prenotazioni del turismo domestico.
Gli Stati Uniti tornano ad interessarsi all’Italia dopo quasi un decennio di calo degli arrivi (+12% rispetto al 2016).
Rimangono alti gli arrivi dei mercati tradizionali (Germania, Francia, UK – nonostante la Brexit -) ma a stupire piacevolmente gli operatori sono i mercati orientali: Cina, Indonesia e Singapore.

Il motivo? È da ricondursi al ‘senso di sicurezza’ che il nostro Paese trasmette sia entro i confini, sia all’estero.

Redazione Travelgood

Redazione Travelgood

Travelgood è un Provider di servizi per le agenzie di viaggio. Offre soluzioni diversificate attraverso prodotti travel e tecnologie per il mercato turismo. Contattaci per aiutarti a migliorare l'efficienza e la produttività della tua Agenzia e rispondere in modo adeguato alle esigenze dei tuoi clienti.

Un commento su “Mare Italia verso il ‘Sold Out’

Lascia un commento:

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *