La Thailandia, che gli abitanti chiamano ancora Siam, è uno dei pochi paesi al mondo ad offrire spiagge paradisiache, mare cristallino, statue colossali e templi incredibili.
La Thailandia possiede centinaia di isole più o meno grandi, sia nel meraviglioso arcipelago delle Andamane sia nel Golfo del Siam. Molte di esse, da disabitate e selvagge sono diventate mete del turismo mondiale per la loro ineguagliabile bellezza; ma la Thailandia offre anche al suo interno occasioni per viaggi assolutamente fuori dall’ordinario.

In continuo aumento i turisti che scelgono destinazioni come Chiang Mai, che fu capitale della cultura Lanna e che vanta almeno trecento templi buddhisti, alcuni dei quali veramente spettacolari, nei suoi dintorni. Un’altra città della Thailandia settentrionale da visitare è Chiang Rai, non fosse altro che per il Wat Rong Khun, il Tempio bianco, contemporaneamente buddhista e induista realizzato completamente in gesso e specchietti, che riflettendo la luce del sole creano effetti fantasmagorici.

A completare il “triangolo d’oro” thailandese non poteva mancare Bangkok, la capitale dalle mille tentazioni. Frequentatissima per la sua animata vita notturna, la città è ricca di templi dedicati al Buddha. I più famosi sono il Wat Pho (sede di una delle più importanti scuole di massaggio tradizionale) ed il Wat Phra Kaew (Tempio del Buddha di Smeraldo), situati rispettivamente nei pressi e nel comprensorio del Grande Palazzo Reale, e il Wat Arun che si trova a Thounburi.

Da ricordare la cucina thailandese, gustosissima e molto leggera, composta soprattutto da ingredienti come il pesce, l’anatra e il riso abbinati a spezie rare, profumate e deliziosamente piccanti. La stagione migliore per visitare questo paradiso è il nostro inverno, durante il quale nei dintorni di Bangkok l’incantevole fioritura degli immensi campi di girasoli giunge al suo massimo. Lop Buri e Saraburi sono i posti migliori per vedere i campi di girasole ed ogni azienda agricola delle due province pianta semi di girasole a turno, in modo che sia possibile assistere almeno ad una fioritura per stagione.
Non resta che partire…

Francesca Telloli

Francesca Telloli

Account Manager | Tourism Department

Lascia un commento:

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *