Zoom Mete-per-Estate-Trentino Travelgood

Terzo appuntamento con la rubrica Travelgood Mete per l’estate. La rubrica diretta agli agenti di viaggio che sono sempre alla ricerca di nuove idee sulle mete più trend dell’estate da proporre ai propri viaggiatori.

Questa volta Travelgood ha selezionato una destinazione che riesce a stupire anche i visitatori estivi. Nonostante sia famosa specialmente per i suoi paesaggi invernali. Stiamo parlando del Trentino Alto Adige!

Una delle regioni con la maggiore affluenza di stranieri, in particolare tedeschi, e spesso sottovalutata da noi italiani nel periodo estivo. Eppure il Trentino è una destinazione per l’estate ricca di esperienze. Dove i turisti possono praticare infinite attività per rendere la propria vacanza estiva indimenticabile.

Le foreste, la fauna, le escursioni, i musei, i paesini pittoreschi delle valli. E come dimenticare l’altissima qualità, e bontà, dei piatti serviti nei rifugi a 3000 metri d’altitudine!

A supporto della nostra scelta i dati più recenti: nel 2018 il sistema ricettivo trentino ha accolto ben 4,4 milioni di turisti, il 3,5% in più del 2017!

Mete per l’estate, gli spettacolari paesaggi naturali del Trentino

I laghi del Trentino Alto Adige

Il Trentino è spesso sinonimo di paesaggi innevati e impianti sciistici super attrezzati. D’estate questa regione si colora del verde degli alberi e dei mille colori dei fiori. La tipica flora trentina si specchia negli spettacolari laghi che rendono la regione veramente unica.

Tra i più famosi, il lago di Braies. Una star dei social, specialmente su Instagram, si trova in Val di Braies. Una vera e propria location da set televisivo, il Lago di Braies è stato reso celebre ultimamente dalla serie tv “Un passo dal cielo”.

Posizionato vicino alla Val Pusteria, in Alto Adige, si trova all’interno del parco naturale Fanes – Sennes – Braies, ai piedi della Croda del Becco, imponente parete rocciosa. Qui la foresta di pini e conifere si specchia nelle acque dalle sfumature smeraldo del lago.

Un altro lago molto suggestivo è il lago di Tovel. Celebre per l’iconico colore rosso, è una delle mete ideali per i turisti che si recano in Trentino nel periodo estivo. Immerso nel bosco e nella natura, è un perfetto luogo di relax per chi ama camminare e per coloro che vogliono godersi le vacanze in famiglia.

Le più belle valli del Trentino

Il Trentino è una regione ricca di paesaggi differenti, si spazia dal lago alla montagna in pochi kilometri. Le valli sono numerose, ognuna diversa dall’altra. Le Dolomiti, patrimonio UNESCO, incantano tutti con i loro paesaggi.

Travelgod vi propone due tra le più belle valli del Trentino, particolari e caratteristiche, che sapranno far innamorare i vostri clienti in agenzia.

La prima è la Valle dei Mòcheni, conosciuta anche come valle incantata. Il magnifico scenario naturale che la caratterizza, infatti, affascina tutti i turisti in qualsiasi periodo dell’anno. In estate vi si possono fare delle lunghe camminate. I suoi prati e boschi sono circondati dalle vette alte fino a quasi 3000 metri, parte della catena del Lagorai.

Un’altra valle iconica del Trentino Alto Adige è la Val di Fiemme. Qui il legno delle sue foreste di abeti rossi è famoso in tutto il mondo poichè utilizzato per la fabbricazione di violini perfetti.

Si dice che i più importanti maestri liutai, tra cui il celebre Stradivari, raggiungessero i boschi della Val di Fiemme direttamente da Cremona. Solo dopo aver acquistato i legni più pregiati, avveniva la magia: preziosi strumenti musicali di rara perfezione sono nati grazie all’abilità e alla precisione di autentici professionisti.

Si racconta che fosse lo stesso Stradivari a passeggiare nella foresta di Paneveggio. Qui, dopo un’attenta ricerca, selezionava gli alberi più adatti per i suoi violini. Prediligeva gli abeti di risonanza, quelli rossi plurisecolari. Il legno dell’abete rosso è, infatti, particolarmente elastico e grazie ai suoi canali linfatici, crea risonanza.

Il Trentino d’estate che nessuno conosce

Il Trentino Alto Adige è una regione che riesce a stupire tutti i turisti che vi si recano anche in estate. C’è chi si innamora dei suoi paesaggi, così particolari, così diversi l’uno dall’altro.

Nonostante ciò, è una regione che riesce a impressionare anche gli habitué. Le esperienze che si possono vivere in Trentino, specialmente in estate, sono tante e uniche.

Le numerosi escursioni o ferrate per gli appassionati di arrampicata permettono agli amanti della montagna di godersi paesaggi ad alta quota che difficilmente possono essere ammirati nella stagione invernale.

C’è un Trentino nascosto, che solo in pochi conoscono, ma che può stupire tutti coloro che gli danno la possibilità di rivelarsi.

Il ponte tibetano nella Val di Rabbi 

In Val di Sole troviamo il ponte tibetano della Val di Rabbi. Lungo circa 100 metri, questo ponte tibetano è sospeso a 50 metri sopra il torrente Ragaiolo. Nato nel 2016, di anno in anno sta diventando una grande attrazione per tutti, anche per i più piccoli.

Accessibile tramite un sentiero immerso nel verde del bosco, è la scelta ideale specialmente per le famiglie. Proprio qui potrete vivere una vera e propria giornata di avventura e adrenalina.

Il Giardino della Rosa a Ronzone

Una seconda meta poco conosciuta in Trentino ma veramente suggestiva è il Giardino della Rosa di Ronzone. Ci troviamo nella celebre Val di Non, famosa per i vasti filari di meli.

Il Giardino, poco noto, è uno splendido luogo situato a mille metri d’altezza. Oltre 400 le varietà di rose che vi si possono ammirare: da quelle autoctone dell’arco alpino ai più rari esemplari di ibridi inglesi. Un luogo unico e speciale, specialmente perchè contornato da monti e paesaggi incredibili.

Il Canyon di Fondo 

Terzo luogo adatto a chi vuole scoprire un Trentino Alto Adige ancora inedito è il Canyon di Fondo. Un orrido molto profondo che taglia in due il centro dell’Alta Val di Non. Un vero e proprio spettacolo della natura, ideale per chi ama l’adrenalina e il brivido.

Dal 2001 è percorribile facilmente grazie a passerelle e scalette. Il giro di questo luogo incantato dura circa un’ora e mezza. Il dislivello è di oltre 145 metri.

Il tutto viene reso più magico e suggestivo grazie ai giochi di luce dovuti al lento scorrere dell’acqua. Le stalattiti e le stalagmiti, le colonie di alghe rosse e verdi che tingono le rocce rendono il Canyon un luogo veramente suggestivo.

Trentino meta dell’estate, una visita al MUSE di Trento

Per chi ama la scienza, il Trentino si rivela una meta estiva perfetta. Nel caso vi trovaste a Trento durante uno dei tipici acquazzoni estivi, quale idea migliore di ripararsi in un dei musei più innovativi d’Italia?

Stiamo parlando del celebre museo MUSE, a Trento.

Dalla sua apertura, nel 2013, ha registrato un incredibile numero di visitatori: più di 2 milioni di persone, tra turisti e trentini, vi si sono recati giornalmente.

La filosofia del MUSE

Il Museo delle Scienze è un ente della provincia di Trento il cui compito è quello di interpretare la natura, a partire dal paesaggio montano. Ponendosi costantemente le domande caratteristiche della ricerca scientifica, deve riuscire a cogliere le sfide odierne. Infine, ha come scopo incoraggiare la curiosità verso la scienza, l’innovazione e la sostenibilità.

Costruito su un progetto del celebre architetto di Renzo Piano, si basa sul concetto di “zero gravity”. Gli oggetti esposti, infatti, sono sospesi in aria tramite cavi sottili. L’effetto che si ricava è particolarmente scenografico. Tavoli, ripiani, rettili volanti sono agganciati al soffitto o al pavimento con tiranti d’acciaio. Tutto sembra fluttuare nell’aria.

Cosa vedere al MUSE

Uno delle sale più suggestive è il Labirinto della biodiversità, dedicato al bosco. Qui il visitatore può affacciarsi su diversi panorami alpini per toccare con mano i diversi eco-sistemi che li caratterizzano.

In alternativa, se è un’esperienza adrenalinica quella che cercate, il grande tunnel “Esperienza glaciale” è quello che fa per voi. Uno spazio di multivisione lungo 10 metri dove si ha la possibilità di vivere un vero e proprio volo sopra le Alpi. Grazie ai filmati proiettati a 360° e il sistema dolby surround, il visitatore proverà le discese mozzafiato lungo le pareti più ripide delle Dolomiti.

Il MUSE è aperto da martedì a venerdì dalle 10 alle 18, il weekend , invece, chiude alle 19. Il costo del biglietto è di 10 euro. Il ridotto, invece, viene 8 euro.  

Mete per l’estate, il Trentino per gli amanti della bicicletta

In estate il Trentino Alto Adige passa dall’essere la meta perfetta per gli amanti dello sci, alla destinazione ideale per gli appassionati di ciclismo. Che sia bici da corsa o da cross, questa meta estiva vi saprà stupire!

I percorsi, sia quelli più semplici nel fondo valle, tra paesaggi e paesini iconici, che quelli più complessi, sono numerosi.

Famoso tra gli appassionati il passo Predaia, affrontabile sia dal versante di Taio sia da quello di Dermulo. Nei dintorni troviamo anche i passi della Mendola e delle Palade. 

Importanti per gli amanti di questo sport le “Grandi Salite del Trentino“. Questo progetto, nato dall’idea di Accademia della Montagna, vede la bicicletta il mezzo per esplorare le montagne del Trentino. Ecco i principali percorsi facenti parte del progetto:

Alpe di Pampeago, Campionissimi – Palù di Giovo, Fai della Paganella, Gardeccia, Madonna di Campiglio, Menador, Monte Bondone, Monte Velo – Santa Barbara, Panarotta, Passo Coe, Passo Daone, Passo Duron, Passo Manghen (Val di Fiemme e Valsugana), Passo Mendola, Passo Pordoi, Passo Rolle (Primiero e Val di Fiemme), Passo Tonale, Peio Fonti, Polsa, Sega di Ala, Vetriolo Terme.

Ricordiamo, inoltre, il prossimo importante evento nel mondo del ciclismo: Trentino 2020. Il prossimo settembre 2020, infatti, si terranno proprio a Trento e provincia gli Europei di ciclismo su strada!

Come arrivare in Trentino dalle principali città italiane

Per chi vuole raggiungere il Trentino con l’autobus, è possibile arrivare a Trento e a Bolzano dagli aeroporti di Verona, Bergamo, Milano Malpensa e Linate.

Per chi preferisce il treno, Trento e Rovereto sono servite da treni a lunga percorrenza. Le stazioni, inoltre, si trovano vicino al centro cittadino. Da qui è possibile raggiungere le altre località attraverso treni locali e un efficiente servizio di autobus.

Coloro che scelgono di arrivare a Trento o a Bolzano in aereo, hanno due possibilità: volare all’aeroporto di Bolzano o di Verona.

Il primo, l’aeroporto “Dolomiti” di Bolzano, ospita i voli della compagnia regionale Air A!ps da e verso Roma. In estate, inoltre, viene aggiunta anche la rotta per Olbia.

Il secondo, l’aeroporto Catullo di Verona, è ideale per chi arriva da diverse zone d’Italia. A 90 km da Trento, offre più di mille collegamenti settimanali con tutte le principali città italiane ed europee. Le compagnie aeree che volano su Verona sono: Alitalia, Ryanair, easyJet, Meridiana, Lufthansa, British Airways, Air France e Air Berlin.

Redazione Travelgood

Redazione Travelgood

Travelgood è un Provider di servizi per le agenzie di viaggio. Offre soluzioni diversificate attraverso prodotti travel e tecnologie per il mercato turismo. Contattaci per aiutarti a migliorare l'efficienza e la produttività della tua Agenzia e rispondere in modo adeguato alle esigenze dei tuoi clienti.