Non poteva che essere il Giappone la patria di questa invenzione in fatto di ricettività creativa.

Dopo la nascita dell’Henn na Hotel di Nagasaki, gestito interamente da robot, alla fine di settembre verrà inaugurato a Tokyo il primo hotel dedicato agli amanti dei libri.

Gli ospiti, come in altri hotel giapponesi, potranno riposare in camere concepite come capsule e cuccette, dislocate in mezzo a scaffali di legno pieni di libri, selezionati appositamente dai più grandi editori internazionali.

Al momento le tariffe sono ancora top secret.

Ma anche l’Italia non è da meno ed è pronta a sperimentare la formula Book & Bed.

La città di Palermo ha visto a luglio l’inaugurazione della prima struttura alberghiera in cui è stato creato uno spazio dedicato ai viaggiatori/lettori.

Ai clienti viene offerta oltre al pernottamento e alla colazione una vasta scelta di volumi e ogni camera del b&b è dedicata ad un particolare tipo di lettura: c’è la stanza legata a letteratura e mare, quella della letteratura di viaggio e quella con album illustrati, cataloghi e graphic design.

Inoltre i due proprietari organizzano nel giardino eventi per promuovere la cultura: incontri, dibattiti e chiacchierate sugli scrittori e sui loro romanzi.

Francesca Telloli

Francesca Telloli

Account Manager | Tourism Department

Lascia un commento:

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *