Scioperi-Ryanair-Zoom-Travelgood

Scioperi Ryanair, leggi qui tutti gli ultimi aggiornamenti sulle cancellazioni della compagnia aerea low-cost

 Ultimo sciopero Ryanair: 24h – Venerdì 28 Settembre 2018 sciopero europeo dei dipendenti Ryanair

Il prossimo sciopero Ryanair previsto è per venerdì 28 Settembre. L’annuncio ufficiale sarà fatto il 13 settembre. Gli scioperi riguarderanno Belgio, Germania, Italia, Paesi Bassi, Spagna e Portogallo.

A scioperare saranno gli assistenti di volo di cinque paesi europei: Belgio, Germania, Italia, Paesi Bassi, Portogallo, Spagna. A questi si uniscono anche i piloti iscritti al sindacato tedesco Vereinigung Cockpit. Lo sciopero Ryanair è stato annunciato dai sindacati Filt Cgil e Uiltrasporti, che hanno deciso dopo una riunione a Roma con i sindacati di Belgio, Germania, Irlanda, Olanda, Portogallo e Spagna. La data dello sciopero non è ancora stata annunciata, ma dovrebbe tenersi entro il 13 settembre.

Dettagli dello sciopero Ryanair

A causa dello sciopero di oggi, venerdì 28 settembre, del personale di volo della compagnia aerea irlandese Ryanair sono stati cancellati 250 voli, 100 in più rispetto a quelli comunicati nei giorni scorsi. Venerdì scorso i rappresentanti dei membri dell’equipaggio di Belgio, Spagna, Portogallo, Olanda e Italia si sono riuniti a Roma per fare il punto sulle loro richieste alla compagnia.

Sciopero Ryanair, il nuovo contratto non convince i sindacati. «Chiediamo – precisano Filt Cgil e Uiltrasporti – il riconoscimento delle legittime istanze dei dipendenti di Ryanair e di quelli ingaggiati dalle agenzie di somministrazione. Per il diritto ad un contratto collettivo ed al riconoscimento dei diritti dei lavoratori, abbiamo indetto in Italia, i prossimi 11, 12 e 13 settembre un referendum tra i piloti Ryanair, sulla validità o meno, dell’accordo firmato nei giorni scorsi con la sola associazione professionale Anpac

Sciopero Ryanair di venerdì 28 settembre 2018, controlla la situazione in tempo reale anche attraverso i servizi online dei principali aeroporti italiani.

Scioperi Ryanair, la situazione attuale

Ryanair fa sapere che oltre il 92% dei 2.400 voli della compagnia irlandese in programma per oggi, non sarà interessato da questi scioperi definiti “non necessari” e opererà come previsto regolarmente.

Dopo la prima ondata di proteste, un mese fa, il sindacato Cockpit e il sindacato Verdi hanno annunciato per mercoledì 12 settembre una nuova mobilitazione di 24 ore. I dipendenti di base in Germania incrociano le braccia per uno sciopero di 24 ore in Germania, cominciato alle 3 di stanotte. Questa mobilitazione riguarda i 12 scali in Germania e va a colpire soprattutto gli aeroporti di Francoforte, Hahn e Berlino Tegel e Schoenefeld. La compagnia low cost irlandese cancellerà circa il 40% dei voli. In pratica 150 dei 400 voli operati da e per la Germania.

Lo sciopero dello scorso luglio è stato un durissimo banco di prova per Ryanair. Tutti pensavano che lo sciopero dei piloti Ryanair attuato il 25 ed il 26 luglio scorsi, sarebbe stato il più grande sciopero della storia della compagnia irlandese. L’85% dei passeggeri che aveva comprato un biglietto Ryaniar, aveva visto cancellato il proprio volo. In quei giorni erano saltati ben 600 voli del vettore. Nei giorni scorsi si è andati molto vicino dal segnare un nuovo record negativo per l’azienda di O’Leary.

Con la situazione di interruzioni del servizio e scioperi Ryanair del 10 e 11 agosto, i voli cancellati interessati dai disagi sono stati centinaia. In totale più di 400 i voli cancellati e circa 55mila passeggeri interessati dai disagi. In dettaglio, le partenze soppresse sono state:

  • 104 voli provenienti e diretti in Belgio
  • 22 provenienti e diretti in Svezia
  • 20 dall’Irlanda
  • 250 da e per la Germania

Ryanair si è mobilitata per ricevere comunicazioni ufficiali sullo sciopero con qualche giorno di anticipo in maniera tale da potere avvisare i propri passeggeri e procedere alle procedure di rimborso o alle riprotezioni. Queste ultime, in realtà, molto difficili da ottenere per un vettore aereo che viaggia con un load factor intorno al 97% in questa stagione.

Perché i Piloti Ryanair stanno scioperando?

Il 4 luglio 2018 i lavoratori Ryanair di tutta Europa hanno presentato una lista di 34 richieste alla compagnia low-cost. Tra queste, la richiesta di una giusta paga, il miglioramento dell’indennità per malattia e dei contratti nella propria lingua, basati sulla legge locale e non più su quella irlandese.

Piloticabin crew e personale di terra si lamentano che fin dagli scioperi dello scorso dicembre, la compagnia aerea non ha apportato miglioramenti alle loro condizioni lavorative. La Federazione internazionale dei lavoratori dei trasporti (ITF), organismo sindacale che rappresenta gli equipaggi nella stragrande maggioranza degli aeroporti Ryanair, ha ribadito le richieste sulle condizioni lavorative.

Non solo i piloti, ma anche gli assistenti di volo di Germania, Belgio, Spagn, Portogallo, Italia sono sul piede di guerra con Ryanair per ottenere maggiori diritti lavorativi. Dopo le proteste del 28 settembre e quelle di metà agosto, i lavoratori sono pronti a nuove eclatanti azioni sindacali.

Volo cancellato per Sciopero Ryanair: cosa fare

Come comportarsi se Ryanair ha cancellato il tuo volo? Per prima cosa, la compagnia ha il dovere di comunicare ai passeggeri coinvolti se il loro volo è ha subito delle modifiche. E’ opportuno controllare sul sito della compagnia o tramite quello dell’aeroporto lo stato del proprio volo e valutare l’opportunità di recarsi in aeroporto. I passeggeri il cui volo è stato cancellato hanno diritto alla riprotezione sul primo volo disponibile o al rimborso secondo specifiche modalità.

Come controllare se il mio volo è interessato dallo sciopero Ryanair

Se non hai comunicazioni ufficiali sulla casella email della tua Agenzia Viaggi o non hai ricevuto nessun’altra informazioni affidabile riguardo gli scioperi Ryanair e lo stato effettivo del volo prenotato con la compagnia irlandese, puoi seguire questa procedura di controllo.

In genere, Ryanair avvisa i suoi clienti in caso di cancellazione del volo. Questo significa che se il tuo volo è stato cancellato, dovresti essere avvisato via email ed SMS all’indirizzo email e al numero di telefono che hai fornito al momento della prenotazione del volo. Per questo motivo ti suggeriamo di indicare i tuoi contatti migliori al momento dell’acquisto del volo così da non perderti nessun avviso rilevante.

Se non ricevi nessuna comunicazione ufficiale da parte di Ryanair, puoi trovare informazioni sui voli cancellati anche sul sito web ufficiale Ryanair. In questa pagina, ti basterà fare una ricerca per destinazione o numero di volo per verificare se il suo volo stato è stato affetto da alcun tipo di cancellazione o ritardo:

Zoom Travelgood Scioperi Ryanair Latest Travel Updates

Hai ulteriori domande o dubbi da sottoporre alla compagnia aerea riguardo scioperi o interruzioni di servizio Ryanair? Puoi consultare il Centro Assistenza e ottenere le risposte che cerchi.

Volo cancellato per sciopero Ryanair, quali soluzioni?

Secondo quando riporta il sito web Ryanair, in ottemperanza alla Carta dei Diritti del Passeggero, se il tuo volo viene cancellato, hai due opzioni. Puoi richiedere un rimborso o cambiare gratuitamente il volo cancellato.

Opzione 1 – I passeggeri possono ottenere un rimborso completo del prezzo pagato per tutti i settori di volo inutilizzati entro 7 giorni. Se il volo cancellato corrisponde anche al tuo settore di partenza, ti verrà offerto un rimborso completo del settore di ritorno, insieme a, ove opportuno (ad esempio, se viaggi su un volo di coincidenza), un volo di ritorno verso il primo punto di partenza il più presto possibile.

Opzione 2 – Cambio di volo gratuito:

1. La compagnia si attiverà per imbarcare il viaggiatore a bordo del prossimo volo Ryanair disponibile sulla stessa rotta. Qualora questa opzione non fosse disponibile lo stesso giorno o il giorno successivo, Ryanair provvederà a sistemare il cliente a bordo del prossimo volo disponibile da/per un aeroporto alternativo adeguato all’interno dello stesso Paese.

Se questa opzione continua a essere impraticabile,

2. La compagnia organizzerà il volo a bordo di uno degli aeromobili appartenenti alle compagnie partner con cui Ryanair ha degli accordi reciproci. Tra queste figurano:

  • EasyJet
  • Jet2
  • Vueling
  • CityJet
  • Aer Lingus
  • Norwegian
  • Eurowings

Qualora questa opzione non fosse disponibile lo stesso giorno o il giorno successivo, allora

3. Ryanair provvederà a organizzare il volo su “qualsiasi alternativa di trasporto comparabile e ragionevole fino alla tua destinazione finale” (ciò può significare anche, treno, autobus, compagnia aerea, auto a noleggio). Qualora ti venisse richiesto di esercitare questa opzione, ti consigliamo di riprenotare i voli da solo o con la tua agenzia di viaggio e di inviare le ricevute a Ryanair per il rimborso. I passeggeri sono tenuti a contattare il personale della compagnia prima di organizzare qualsiasi tipo di trasporto alternativo.

Quando hai diritto a rimborso pecuniario per sciopero?

Non sempre hai diritto a un rimborso monetario da Ryanair in caso di volo cancellato per sciopero.

La compensazione pecuniaria non è erogata nel caso in cui il passeggero è stato informato da almeno due settimane prima della cancellazione del volo. Oppure nel caso in cui il viaggiatore è stato informato da meno di due settimane ma gli è stato offerto un volo alternativo con partenza di non più di due ore rispetto al volo cancellato. Altro caso che non ti da diritto a rimborso economico è proprio quello in cui Ryanair dimostra che la cancellazione del volo è dovuta a circostanze eccezionali, tra queste rientra proprio lo sciopero. In caso di sciopero non avete quindi diritto a una compensazione pecuniaria, né tanto meno ad un risarcimento.

Ryanair avvierà tutte le procedure per la ricollocazione sul prossimo volo disponibile.

Cosa significa riprotezione

Il termine riprotezione in ambito turistico, soprattutto riferito ai voli aerei, corrisponde alla pratica di una nuova prenotazione in seguito a cancellazioni o modifiche rilevanti. Può accadere ad esempio che una compagnia aerea , in caso di overbooking o cancellazione di un volo, non possa più far salire a bordo un passeggero malgrado abbia regolarmente prenotato. In questi casi la compagnia aerea e la struttura ricettiva, si attivano per “riproteggere” il cliente. Precisamente, la compagnia si assumerà l’obbligo di prenotare un volo alternativo con la stessa tratta – operato anche da compagnia diversa.

Redazione Travelgood

Redazione Travelgood

Travelgood è un Provider di servizi per le agenzie di viaggio. Offre soluzioni diversificate attraverso prodotti travel e tecnologie per il mercato turismo. Contattaci per aiutarti a migliorare l'efficienza e la produttività della tua Agenzia e rispondere in modo adeguato alle esigenze dei tuoi clienti.

Lascia un commento:

L'indirizzo email non verrà pubblicato.