In questi ultimi anni il settore del turismo è stato lo scenario di un’evoluzione frenetica riguardante la vendita dei viaggi, dall’avvento di internet allo sviluppo delle grandi Olta, fino all’avanzata dei motori di ricerca e alla nascita delle Gift Box.

Ma, come spesso accade, chi fa le leggi ha inseguito le mutazioni senza mai allineare il passo, perché, se i cambiamenti si sono susseguiti a velocità record, non altrettanto hanno fatto le normative.

L’esempio più lampante è quello di internet: se l’Antitrust italiano negli anni scorsi è intervenuto più volte sulla materia, il vero giro di vite è arrivato solo quest’anno dal Parlamento Europeo, con una normativa che di fatto riconosce anche alle Ota lo status di organizzatore di viaggi, con tutto ciò che ne consegue.

L’Antitrust è intervenuta anche sui cofanetti regalo proprio in questi ultimi giorni.
Le Gift Box sono state una delle vere novità del settore negli ultimi anni, una modalità di vendita a suo tempo accolta con soddisfazione dalle agenzie, ma che ha anche portato i viaggi al di fuori dei confini della distribuzione turistica, approdando alle grandi catene e ai supermercati. Come per tutte le new entry, è previsto un periodo di assestamento e anche loro dovranno essere inserite all’interno del panorama del turismo.

Ora si avrebbe bisogno di un momento di pausa e di riflessione, ma anche di una bussola che permetta di orientarsi fra una legge e l’altra.

Francesca Telloli

Francesca Telloli

Account Manager | Tourism Department

Lascia un commento:

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *